Donne & CrossFit

Il CrossFit è roba da supereroi?

La parola “CrossFit” è associata irrimediabilmente a uomini e donne imponenti in grado di fare cose “impossibili” per noi “comuni mortali”. Ma è davvero così?
In realtà, chi conosce e svolge questo sport sa che le cose non stanno esattamente in questo modo.
Il CrossFit, infatti, è praticato ogni giorno da gente normale che con il sudore, con il sangue (letteralmente) ma soprattutto con grande passione, affronta sempre nuove sfide fisiche e mentali che non si limitano solamente alla durata dell’allenamento…

si tratta di insegnamenti che si riflettono anche nella vita di tutti i giorni.

Il CrossFit è adatto alle donne?

Il CrossFit è considerato solitamente uno sport “da uomini”. Le crossfitters famose che si vedono sul web hanno davvero poco a che spartire con la figura femminile che ci propone la società di oggi, in cui la donna “bella” equivale, in generale, ad una creatura esile.
Tutte le donne che ho conosciuto e che si sono avvicinate al CrossFit mi hanno chiesto o mi hanno confessato di aver pensato almeno una volta: “Diventerò grossa?” o “Che ne sarà della mia femminilità?”.
Innanzitutto è bene dire che le atlete più famose al mondo programmano tutta la loro vita, dall’alimentazione all’allenamento, per diventare delle “macchine da guerra”; quindi, a meno che non lo vogliate, sarà davvero difficile che possiate anche solo lontanamente somigliare loro.

Il CrossFit visto dalle donne

Ho deciso di scrivere questo articolo/intervista per noi donne, crossfitters o meno, per offrire un punto di vista femminile non solo sul CrossFit, ma anche per riflettere in generale sui pregiudizi nei nostri confronti, su quello che è comunemente considerato più o meno adatto a noi.
Per avere una visione più ampia e sull’argomento ho scelto di intervistare tre ragazze che, come me, si allenano al TigerMood CrossFit (box affiliato di Catania). Si tratta di tre donne con vite ed interessi molto diversi tra loro, ma con in comune la voglia e la forza di sfidare ogni giorno sé stesse ed i propri limiti.

Conosciamole meglio:

MARGHERITA

Margherita ha 32 anni ed è amministratrice dell’azienda di famiglia per cui si occupa di progettazione e grafica. Spericolata e solare, la definirei un uragano.

Quali sono le tue passioni?
“Mi piace molto viaggiare, in particolare amo i viaggi a contatto con la natura. Il rientro alla quotidianità è altrettanto interessante, infatti da qualche anno, insieme al mio compagno ci dedichiamo al montaggio video ed è davvero emozionante rivivere ogni singolo istante delle nostre avventure.
Una passione meno recente è quella della cucina: quando ho tempo libero mi piace sperimentare ed è una grandissima valvola di sfogo”.
La più grande passione di Margherita, però, è sicuramente lo sport: “Posso dire, senza pensarci due volte, che la mia più grande passione è il kitesurfing. Ricordo ancora perfettamente la sensazione che ho provato quando ho cominciato la prima volta, mi sono resa subito conto che la mia vita stava cambiando: ogni giorno trascorso praticando kite, lo definisco il giorno più bello della mia vita: mi regala emozioni uniche e adrenalina pura. Per me è diventato una filosofia di vita”.

ELISA

Elisa ha 26 anni ed è una promettente studentessa di psicologia; riesce a conciliare lo studio e il lavoro di addetta alle vendite part-time presso una famosa azienda di moda.


E’ una ragazza dolce e solare che sa bene ciò che vuole e con la sua tenacia non ha di certo paura di ottenerlo. Tra le sue passioni ci sono la musica e le lunghe passeggiate.

SIMONA

Simona ha 30 anni ed è un’esperta nella comunicazione. Vegetariana, concilia il suo temperamento paziente e razionale con una spiccata creatività.

Quali sono le tue passioni?
“Nel tempo libero, oltre che allenarmi, mi piace leggere e svolgere attività all’aria aperta, in particolare adoro le escursioni”.


Cosa vi ha spinto ad avvicinarvi al CrossFit?

Margherita: “Circa 3 anni fa, tramite amici, sono venuta a sapere che il coach Mario Rubbino stava formando la Rider Class, classe in cui svolgevamo degli esercizi propedeutici per gli sport da tavola.
Dopo qualche tempo, il coach mi ha proposto di provare il CrossFit. Sin da subito mi sono piaciuti la tipologia di allenamento e la varietà degli esercizi. Gli allenamenti sono una sfida continua. Ho conosciuto persone fantastiche e con molti di loro ci vediamo anche al di fuori del box”.

Elisa: “Inizialmente è stato il mio fidanzato che mi ha fatto conoscere questo sport e ha fatto nascere in me la curiosità di provarlo, ma confesso di essere stata parecchio diffidente!”.

Simona: “All’inizio pensavo che fosse uno sport eccessivamente duro e adatto solo ad un certo tipo di persone, che è un po’ il pensiero comune di chi non ha mai fatto CrossFit; poi, tramite dei miei amici che si allenavano da tempo, mi sono incuriosita e l’anno scorso ho finalmente deciso di provare”.

Quali sono gli esercizi che preferite?

Margherita: “Prediligo gli esercizi a corpo libero: burpees, handstand push ups, box jumps, handstand walk, ecc”.

Elisa: “Il movimento che preferisco è sicuramente il thruster. E’ faticoso ma lo trovo molto elegante e femminile”.

Simona: ”Direi che il mio movimento preferito è il power clean. Mi piace perché è il movimento base per sollevare il bilanciere da terra e, considerando il fatto che prima di fare CrossFit non avrei mai pensato di poter sollevare un bilanciere, farlo mi dà ogni volta una certa soddisfazione, anche se non sono ancora del tutto precisa nell’eseguirlo”.

Il CrossFit ha inciso in qualche modo sulla vita? Se sì, come?

Margherita: “Il CrossFit ha cambiato l’ approccio con il mio corpo. Nel corso di questi anni ho notato dei grossi miglioramenti: ho incrementato la massa magra, smaltito la massa grassa e la prestazione fisica migliore mi ha permesso di crescere anche negli altri sport che pratico.
In generale posso dire che mi sento instancabile e in gran forma. Il CrossFit mi ha aiutata anche nella vita quotidiana: mi viene in mente il trasloco di qualche mese fa. Io ed il mio fidanzato abbiamo preferito farlo in autonomia per risparmiare. Senza una ditta specializzata che ci aiutasse, la fatica è stata estrema ma senza un’ adeguata preparazione fisica avremmo sicuramente fallito nell’impresa”.

Elisa: “Il CrossFit ha inciso sicuramente in modo positivo nella mia vita: grazie ad esso sono riuscita a rinforzare la mia costituzione corporea e questo mi fa sentire e vivere meglio. Inoltre, ho imparato a prestare più attenzione alla mia alimentazione”.

Simona: “Sin dall’inizio ho preso ogni allenamento come una piccola sfida con me stessa. Fare determinate cose in un certo modo,rientrare nel target, cercare di tenere il ritmo di chi è più veloce e forte di te: sono tutte cose che ti spingono a dare il massimo e ti fanno venire voglia di porre i tuoi limiti sempre un po’ oltre per vedere fin dove puoi arrivare. Tutto questo ha influito sulla mia vita quotidiana in positivo, infatti adesso cerco sempre di affrontare i piccoli ostacoli e le sfide di ogni giorno con la stessa mentalità.”

Cosa rappresenta per te questo sport?

Margherita: “E’ diventata una filosofia di vita. Mi ha insegnato tanto: in ogni allenamento che facciamo ci mettiamo totalmente in gioco, impieghiamo tutta la forza mentale e fisica per terminare il WOD: sfidiamo la fatica e noi stessi e cerchiamo di dare il massimo e sempre di più. Devo ammettere che è un atteggiamento che ormai metto in pratica, senza nemmeno rendermene conto, anche al di fuori del box nelle cose quotidiane”.

Elisa: “Il CrossFit per me è un momento di divertimento e di sfogo oltre che una sfida con me stessa perché cerco sempre di andare oltre i miei limiti”.

Simona: “Come ho detto nella risposta precedente, il CrossFit mi ha aiutata a diventare più determinata nell’affrontare le situazioni. Ma mi ha anche insegnato ad avere più fiducia nelle mie capacità; inoltre i risultati a livello fisico mi fanno sentire più a mio agio con me stessa”.

Lati positivi e negativi del CrossFit?

Margherita: “Fino ad ora non ho riscontrato aspetti negativi nel CrossFit… A parte alcuni vestitini che sono un po’ più stretti su spalle e braccia!”.

Elisa: “Il bello di questo sport è che oltre ad avere dei benefici a livello corporeo (e con questo intendo un miglioramento della muscolatura, del fiato, ecc.), migliora lo stato di benessere psicofisico che credo sia fondamentale per vivere bene con sé stessi.
L’ aspetto negativo, a mio parere, consiste nel fatto che se non si svolge con dei coaches preparati è facile provocarsi degli infortuni”.

Simona: “Partendo dai lati positivi, il primo è – inutile prenderci in giro – il fatto che l’aspetto fisico migliora notevolmente. Naturalmente migliora anche lo stato di salute: fare un allenamento come questo un minimo di 4 volte alla settimana non aiuta soltanto a definire i muscoli o a tonificare le diverse parti del corpo, ma anche ad acquistare fiato e resistenza che magari prima non avevi (in poche parole: basta fiato corto dopo una rampa di scale e cose del genere). Per quanto riguarda i lati negativi, invece, sicuramente non amo i calli e le varie ferite alle mani. Non sono belli da vedere in una donna e non sono nemmeno comodi quando devi fare cose come truccarti o indossare un paio di collant”.

Cosa diresti a chi ancora non ha provato il CrossFit o ha paura di iniziare?

Margherita: “A mio parere ogni donna dovrebbe provare il CrossFit. Nella vita, siamo noi donne a metterci totalmente in gioco e a portare sempre a termine i nostri progetti con una incredibile forza di volontà. E’ proprio lo spirito adatto per questo sport”.

Elisa: “Consiglierei al chiunque di mettersi in gioco: è uno sport adatto a tutti e non è vero che solo gli uomini possono praticarlo. All’inizio anche io ero scettica e pensavo che non fosse adatto a me: non riuscivo nemmeno a sollevare una confezione di bottiglie! Mi è bastato provare per farmi capire che in effetti non era qualcosa di così irraggiungibile. Provare per credere!”.

Simona: “Direi a tutti che non c’è niente di cui avere paura. All’inizio ne avevo anche io, pensavo che mi sarei rotta qualcosa o che avrei combinato qualche disastro con il bilanciere, ma nel CrossFit ogni esercizio è scalabile e facilmente adattabile alle esigenze di chiunque. Basta solo avere costanza nell’allenarsi e pazienza nell’imparare i movimenti: già dopo il primo mese al posto della paura sarà subentrata la voglia di fare sempre di più e meglio”.

Praticando uno sport impegnativo come questo, curate la vostra alimentazione in modo particolare?

Margherita: “La mia dieta è sempre stata abbastanza equilibrata. Da quando faccio CrossFit riesco sicuramente a mangiare di più ma quest’anno in particolare ho deciso di farmi seguire dal mio coach e nutrizionista e ho visto e avvertito subito risultati”.

Elisa: “Sono sempre stata una golosa, adoro mangiare! Per questioni di salute e per migliorare ed incrementare la mia muscolatura, ho voluto affidarmi al mio coach e da poco ho iniziato questo percorso… sono curiosa di vedere cosa accadrà!”.

Simona: “Quando ho cominciato ad allenarmi curavo da sola l’alimentazione, poi dai 3 sono passata ai 5 allenamenti alla settimana e per questo ho dovuto cambiare il mio piano alimentare: adesso mi segue il mio coach e nutrizionista che ha studiato una dieta specifica per le mie esigenze da sportiva vegetariana. Mangio più di prima e ho migliorato sia la prestazione che l’aspetto fisico!”

Un’ultima curiosità. Si sente spesso parlare di “CrossFit Community”? Cos’è per te?

Elisa: “Fin da quando ero bambina ho dedicato parte del mio tempo allo sport, praticando attività di vario genere a partire dalla piscina in cui ho avuto modo di conoscere e apprendere la bellezza e l’eleganza del nuoto sincronizzato, che ho amato moltissimo; inoltre, ho praticato a lungo allenamenti come il pilates e lo yoga, ma mai avrei pensato di iniziare a fare CrossFit e riuscire a sentirmi come in una vera e propria famiglia: sì perché all’interno del box ho trovato dei compagni di allenamento sempre pronti a spronarmi ed incitarmi facendo nascere quella competizione sana che aiuta a spingerti oltre i tuoi limiti. Le stesse persone sono diventate degli amici con cui condividere fatica e sudore, ma non solo, anche una buona pizza post-workout per premiarci del duro allenamento.
Quasi tutti abbiamo una vita abbastanza frenetica che spesso ci crea stress e che il più delle volte ci fa pensare: “no oggi non mi alleno perché sono già stanca!”, ma nello stesso momento in cui lo stiamo pensando, c’è qualcosa dentro di noi che ci spinge a fare esattamente il contrario, anche per il semplice fatto di sapere che una volta al box, troveremo un clima positivo e divertente insieme agli con gli altri e che ci permetterà di “prendere una boccata d’ossigeno”, donando alla nostra giornata una nota positiva. Ecco il CrossFit è anche questo, al di là del fatto che tu abbia raggiunto il target o che la tua prestazione non sia stata delle migliori, nessuno ti giudicherà ma anzi, saprà darti dei consigli per fare meglio facendoti sentire a casa!”

Simona: ”Uno degli aspetti più importanti del CrossFit è sicuramente il fatto che la competizione sana e stimolante tra le persone che si allenano insieme e l’intesa con chi condivide la stessa passione per questo sport, finiscono per creare una vera e propria community, un senso di appartenenza che nasce dalla condivisione di fatica e risultati durante il WOD prima e poi finisce per farti sentire sempre a tuo agio. Molti compagni di fatiche, diventano anche amici. Siamo tutti diversi, ma allo stesso tempo accomunati da qualcosa che ci lega profondamente”.

E voi cosa aspettate a mettervi in gioco?

www.tigermoodcrossfit.com

Lo sport non forma il carattere, lo rivela.

By Cristina Arrabito
Instagram page: https://www.instagram.com/radicidacqua/